Home Schooling

 

cronache di un'esperienza 

Favole e Filastrocche

A casa nostra si impara tutti insieme, giorno per giorno, in base a quel che la vita dispone.

Cosa significa?

Significa che non c’è più “scuola” per i piccoli e “lavoro” per i grandi. Si sta insieme e insieme si organizza la giornata in base a desideri, necessità, tempo atmosferico e stimoli della realtà. 

 

I bimbi - dopo la bella esperienza in una piccola scuola steineriana fino alla quarta elementare (per Gregor, che ora ha 11 anni) e fino alla terza (per Rebecca, che ora ha dieci anni) - hanno smesso di frequentare una scuola istituzionalizzata, pubblica o privata che sia.

Hanno cominciato a frequentare davvero la propria famiglia, con il peculiare stile di vita che le è proprio.

 

Siamo consapevoli...

  • Siamo consapevoli dei programmi scolastici e li usiamo come eventuale ed occasionale ispirazione. 

  • Siamo consapevoli del valore preparatorio che ha la scuola per il lavoro (scuola e lavoro del sistema imperialistico mondialista) e di quanto non desideriamo più da tempo prenderne parte.

  • Siamo consapevoli delle molteplici illusioni ipnotiche create dal sistema e dalla sua cultura al tramonto, tra cui l’idea che per vivere si debba lavorare (nel senso schiavistico in cui è inteso comunemente). 

 

Abbiamo inoltre già un’esperienza di due anni che ci dimostra che una vita fondata sulla libertà di intepretare il proprio destino - fuori da ogni schema che non sia naturale, intrinseco alla vita - è possibile.  

 

Siamo inoltre sufficientemente in contatto con la nostra Essenza (dopo tanto, tanto, tanto lavoro personale interiore ed esteriore) e sappiamo seguirne senza esistazioni le ispirazioni. 

Paure, dubbi, preoccupazioni, aspettative e fantasie se ne sono ormai andate, bruciate dal fuoco lento e continuo della consapevolezza. 

 

Dunque stiamo imparando, giorno dopo giorno (sarebbe meglio dire “istante dopo istante”) a vivere. Ecco perché parliamo di school of life, scuola di vita. Quella scuola naturale che esiste dalla nascita e che insegna attraverso la molteplicità delle esperienze a conoscere, esprimere e godere la vita, attraverso il vivere stesso. 

 

A noi tutto ciò pare ormai ovvio e irrinunciabile. Ma, considerando lo stupore e l’ammirazione che genera nelle persone che ci conoscono, siamo qui per condividerlo.